Distillata per tutta la vita

Noi non lo sappiamo, naturalmente, ma bevendo acqua minerale per tutta la vita comprata al supermercato mettiamo a rischio la nostra salute. Infatti, in molti casi, l’acqua che beviamo è talmente depurata che è come se bevessimo acqua distillata…

Avevo letto un’inchiesta di Altroconsumo, una rivista indipendente che si occupa dei diritti del consumatore.
Vedo due problemi nell’acqua minerale comprata al supermercato.
Il primo problema riguarda la salute.
Insomma dissetiamo per tutta la vita il nostro organismo con acqua che, stando all’inchiesta, in alcuni casi è paragonabile all’acqua distillata. Noi la compriamo senza preoccuparcene. La nostra scelta avviene solo in base al costo e alla forma della bottiglia. Vogliamo comprare l’acqua perché ci hanno sempre detto che è più buona di quella del rubinetto. Eppure l’inchiesta mostra che questo non è quasi mai vero.

Il secondo problema riguarda l’enorme quantità di bottiglie di plastica che vengono prodotte, utilizzate per qualche giorno e poi buttate via nuove di zecca.
Naturalmente questo è quello che più mi preoccupa.

Anche questa volta voglio fare qualche conto.
Supponiamo che ciascuno di noi beva un litro di acqua al giorno e che lo faccia a casa, aprendo il frigorifero.
Vuol dire che beviamo 7 litri di acqua alla settimana, che corrispondono a circa 5 bottiglie (per arrotondare).
In un mese fanno 20 bottiglie.
In un anno fanno 240 bottiglie.
Provate a mettere 240 bottiglie nella vostra camera da letto

Il discorso è sempre lo stesso. Io faccio finta che non vi sia la possibilità di buttare tutte queste bottiglie nuove di zecca e che, quindi, debba occuparmi della loro collocazione una volta che siano state svuotate.
Ad un certo punto mi renderei conto che non posso continuare a utilizzare una bottiglia diversa ogni giorno.
Quindi cercherei un’alternativa, ad esempio proverei a riutilizzarla (ma pensa!): una bottiglia di plastica è resistente più di quella di vetro, è leggera, non si rompe, è facile da trasportare piena, sarebbe facilissimo trasportarla vuota per riepirla nuovamente.
Se il supermercato ritirasse i vuoti di plastica per riutilizzarli (non per riciclarli, che è una grossa cazzata!), avremmo risolto il problema con estrema facilità.
Ma non è possibile, e nessuno ci spiega il perché…
Comunque al supermercato l’acqua in bottiglia di vetro è una delle acque meno costose, da tutti i punti di vista, anche dal punto di vista economico.
Al momento è l’unica alternativa.