Il risparmio e la decrescita


Clicca l’immagine

La decrescita non è il futuro. La decrescita è il nuovo punto di partenza. Dobbiamo fare alcuni passi indietro per riprendere il cammino nella direzione giusta.
Spesso sento parlare di punto di non ritorno, come se fossimo imprigionati su un treno che non vuole fermarsi. Non siamo imprigionati. Non siamo costretti a continuare per la direzione che abbiamo preso tanti anni fa.
Siamo assuefatti da un sistema, questo è vero, per cui l’idea che si possa vivere in un nuovo mondo non sembra possibile. L’uomo è la sua volontà. L’uomo è libero. l’uomo è anche confuso, è tenuto in ostaggio. Tutti noi abbiamo il potere di cambiare le cose, ma non lo sappiamo perché siamo come ipnotizzati.
Gli abitanti della Terra hanno bisogno di incontrarsi, di parlare di cose semplici. C’è bisogno di guardare da un’altra parte, in modo che gli attuali poteri che stanno mettendo a serio rischio il futuro di tutti quanti diventino poteri sempre più deboli, perdendo sempre più “consenso” fino a farli cadere stremati.
Il primo passo, a mio avviso, è quello di imparare a farsi le cose da sé, senza ricorrere al denaro. Non sto parlando di bricolage. Una ad una. Una dopo l’altra. Dobbiamo imparare a costruirci e procurarci quello che ci serve. Il punto di partenza è questo. Il futuro dell’economia è molto piccolo da un punto di vista geografico, ma molto grande da un punto di vista di progresso umano. Le comunità vivranno sempre più in armonia perché la sopravvivenza ed il benessere di tutti gli uomini dipenderà da ciò che ciascuno di loro è in grado di fare con le proprie mani e con la propria intelligenza.
Non è necessario essere capaci di fare tutto. Ciascuno si specializza in ciò che gli piace e gli riesce meglio.
Un campo in cui può essere molto semplice tentare questo primo passo è la cucina. Si può provare a definire quali sono le materie prime che non siamo in grado di procurarci senza denaro e provare a comprare solo quelle per un po’ di tempo. Con queste materie prime si deve imparare a preparare tutto ciò che serve per una corretta e sufficiente alimentazione.
Potrebbe capitarvi così di avere imparato a fare la pasta, il pane e i biscotti.
Chissà in quanti altri campi avremmo acquisito capacità tecniche e creative, se solo questo schifoso sistema non si fosse impossessato del nostro futuro.