La dea del sogno

tu sei la dea del sogno
dalle ombre chiare
mi e ti guardo

non è una danza, non è una provocazione
è un sorriso di pelle ingenua
come è fresca l’aria che arriva dalle nuvole

ti mando un saluto nella luce

mi sorprendi mandandomi il tuo
e io devo decidere come interpretarlo
perché tu sei la dea del sogno
e io invece sto per morire