L’ispirazione

Chiuso in una prigione, dove puoi condurre la tua vita come gli altri ma non puoi superare i confini delineati dalle pareti, l’ispirazione non è altro che un colpo in testa causato da un attimo di distrazione.

Volevi allontanarti. Eri così spensierato che ti eri dimenticato delle pareti. Ma hai sbattuto contro il muro.

Altro che ispirazione! Nel mezzo di una tranquilla giornata, una giornata normale, un colpo allo stomaco, una scossa che si manifesta in pancia e negli occhi. Devi girare lo sguardo perché gli altri non vedano il luccichio.

Cerchi di medicare la ferita e ti avvicini al buco. E lo descrivi, un’altra volta, nel nuovo contesto di questo fatto appena accaduto.