Lo stile che non cambia

Mi spaventa molto una insegna fissa che pubblicizza un supermercato. Si vede della carne, della frutta, della verdura e alcuni prodotti di vario genere. Quella che si vede è l’immagine dell’abbondanza.
Ma come facciamo ad avere tanta abbondanza? Da dove viene? Quando finirà? Perché aspettiamo che finisca invece di trovare un “assetto di crociera”?
Insomma quel brutto manifesto mi mette in agitazione.
L’abbondanza è un bruttissimo male che ha inquinato la vita degli uomini e che ha dato il via a tutte le più terribili guerre.
L’uomo ricco non si accontenta, quello povero sì. L’uomo ricco è egoista, quello povero condivide.