Tag: Società

  • Autonomia alimentare

    “In teoria dei sistemi un sistema è dotato di autonomia se le relazioni e interazioni che lo definiscono nel suo complesso sono determinate solamente dal sistema stesso” (Wikipedia). Se io mi sento parte del sistema alimentare mondiale e credo di partecipare attivamente e giustamente al suo funzionamento, allora posso dire di avere autonomia alimentare. Ma…

  • Vita e progresso

    Esistono i condizionamenti. Esistono tradizioni della nostra cultura che vengono accettate senza nemmeno pensare. Questo non è un male di per sè. Molte di queste tradizioni sono buone, credo. Qualche volta, però, ho pensato al lavoro e ho scopero che c’è qualcosa che non funziona. L’ho scoperto così, provando ad immaginare la Terra molto più…

  • Il nostro suono

    www.iognomo.it Siamo milioni di persone. Siamo brutti, belli, gentili, maleducati, arroganti e altruisti. Siamo noi, un popolo maledetto dal nostro tempo e dalla nostra ignoranza. Siamo un paese che ha imparato a soffrire, senza fare troppo rumore. Siamo contenti del nostro quotidiano, perché un altro diverso non lo immaginiamo. Siamo noi, un popolo colpito dall’indifferenza.…

  • Un regalo per te

    Non voglio fare un regalo perché si deve. Quella del natale è una tradizione che esercita al consumo, non all’amore. Il natale non c’entra niente con l’amore. La sporca pubblicità “A natale puoi…” è quanto di più offensivo ci possa essere dentro la televisione. “A natale puoi fere quello che non puoi fare mai…”. Non…

  • Terra! Un bene della comunità

    Terra! Un bene della comunità

    C’è un gruppo di persone di Laveno Mombello che sta portando avanti un’iniziativa davvero interessante. Viviana, un’insegnante, decide di concedere in uso ad alcuni suoi amici un pezzo del suo prato per trasformarlo in un orto un grande orto. Da questo pezzo di prato Eduardo, Fabrizio, Damiano e Michele, con l’aiuto di Remo e Stefano,…

  • La verità è la base di ogni cosa

    La verità è la base di ogni cosa

    La verità è la base di ogni cosa. Oggi la verità è distorta da un sistema costruito nel tempo che ha tolto forza al progresso per darla ad uno sviluppo “cieco”. Bisogna quindi iniziare dalla verità, che significa riuscire a rimettere in discussione tutto ciò che si crede di conoscere da sempre. Se una persona…

  • Incomprensione di fondo

    Incomprensione di fondo

    Cosa è la diffidenza? Non sarà forse questa una delle maggiori cause del blocco nella società? Succede forse di più nelle città, ma secondo me sta succedendo anche altrove, che ci sentiamo lontani e sconosciuti. I nostri vicini di casa, di viaggio, di coda, di tutto, sono sconosciuti. Si, magari possiamo incontrare anche qualcuno che…

  • Come si fa ripartire il progresso?

    Come si fa ripartire il progresso?

    Come si fa ripartire il progresso…? Con i giovani! L’uomo e la natura stavano facendo amicizia. In realtà le loro carni si sono sempre conosciute, ma non avevano mai parlato con le idee. Quando l’uomo cominciava a parlare con la natura ad un tratto l’uomo si è fermato e la natura è andata avanti. Ora…

  • Le invenzioni che non servono all’uomo

    Le invenzioni che non servono all’uomo

    Non è strano che ci sia tanta gente con la voglia di inventare cose il cui scopo deve essere solo quello del successo economico. Io per primo ricordo le discussioni con alcuni compagni di scuola impegnati a trovare l’idea del secolo. I parametri per giudicare un’idea sono quasi sempre di carattere economico e commerciale. Un’invenzione…

  • Cosa può fare un onesto cittadino

    Cosa può fare un onesto cittadino

    Io non sono colto. Conosco solo quello che ho vissuto. Non posso dire se questo, nella storia, sia uno dei periodi più brutti oppure se ce ne sono stati altri peggiori. Io però ho sempre di più quella sensazione: siamo vicini a qualcosa. Il nostro Paese vive in uno stato di torpore. Questo stato di…

  • Io credo nell’uomo

    Io credo nell’uomo

    Penso che l’intelligenza sia molto diffusa. Penso invece che la conoscenza non sia diffusa. Le persone parlano fra di loro utilizzando gli schieramenti e questo è un problema. Io sono schierato da una parte e tu sei schierato dall’altra. Questa situazione rende più complicato il dialogo tra me e te. Io e te siamo due…

  • Il futuro si costruisce tutti i giorni

    Il futuro si costruisce tutti i giorni

    Qualcuno dice che per trovare la felicità e l’armonia bisogna vivere completamente nel presente. Questo significa che ogni istante è prezioso e non deve essere sprecato. L’amore, forse, può guidare le persone a vivere bene il presente. Vivere bene il presente significa non doversi preoccupare del futuro, perché, comunque vada, è stata fatta la cosa…

  • Il gusto del presente

    Il gusto del presente

    Sto girando Roma a piedi, senza alcun programma. Percorro Via Nazionale dopo aver girovagato a caso la prima mezz’ora. Via Nazionale è una strada in discesa. Cammino verso qualcosa di molto grande. Si vede da lontano. Alcune statue di cavalli sopra un tetto maestoso. Cosa sarà? Incontro numerose strade secondarie che incrociano Via Nazionale. Tutte…

  • Per non votare il nulla

    Per non votare il nulla

    La Politica non c’è più da tanto tempo. Chi è riuscito a smettere di informarsi guardando la televisione o leggendo i giornali italiani lo ha capito molto bene e ha cominciato a darsi da fare. Ma chi manderemo in Europa? In questo momento possiamo solamente cercare di mandare una persona onesta. Non ci possiamo permettere…

  • Schierarsi

    Schierarsi

    Perché vogliamo schierarci? Se l’uomo vivesse la propria quotidianità nel buon senso e pensando al futuro, nessuno schieramento sarebbe gradito. Lo schieramento serve a non farci sentire soli e a non farci spaventare dalla vita. Ma la solitudine e la paura sono gli stimoli fondamentali per il progresso della mente. Senza la solitudine non c’è…

  • Solitudine energia

    Solitudine energia

    “Caro Salvatore, ho scoperto che esiste un livello molto alto al quale non possiamo accedere. Ci sono però alcune persone che stanno proprio li, a quel livello, davanti alle leve che pilotano le cose della Terra. Stanno facendo cose terribili da almeno 50 anni. Noi siamo sempre presi dalle nostre cose, la nostra famiglia, il…

  • La serenità

    La serenità

    Per tutte le nostre cose occorre la serenità, uno stato interiore che fa puntare in avanti. Senza la serenità l’individuo reagisce in modo personale. Quando la serenità viene a mancare aumenta la sensibilità verso le cose. Si diventa più deboli. In questi momenti bisogna sfruttare ogni occasione, perché ogni sensazione è amplificata. Stavamo parlando dell’indebitamento.…

  • Innovazione non progresso

    Innovazione non progresso

    Sono da due giorni all’Università degli Studi di Milano Bicocca per partecipare all’evento INNOVEXPO2015. Fino a ieri ero molto contento perché mi pareva di partecipare ad uno di quegli eventi in cui si può sentire parlare di progresso. Oggi è il secondo giorno e la parola progresso non l’ho letta né sentita da nessuna parte.…

  • Vicini a qualcosa

    Vicini a qualcosa

    Non mi sento più come dieci anni fa. Dieci anni fa avevo la consapevolezza del fatto che tutto quello di cui potevo disporre fosse lì per tutti, in aiuto di tutti e grazie al contributo di tutti. Una strada, un Bar, tutto quello che si può comprare, tutto quello che si può utilizzare durante il…

  • Lettera a Castorama

    Lettera a Castorama

    Ho appena scritto al servizio clienti di Castorama. Sul sito di questa importante azienda, oltre che la stufa a petrolio, c’è anche una sezione in cui si parla di ambiente… “Buon giorno. Mi chiamo Massimiliano Silvestri e sono un utilizzatore, anche se molti vogliono che siamo “consumatori”. Mi ha colpito un cartello pubblicitario che ho…

  • Ecco il progresso!

    Ecco il progresso!

    Ho già parlato di sviluppo e di progresso. E’ da quando siamo bambini che ci sentiamo ripetere che quella in cui viviamo è l’epoca del progresso tecnologico. Ci sono i computer, i cellulari, il bancomat, l’alta fedeltà. La vita è diventata più facile. Questo progresso ha secondo me creato una situazione davvero imbarazzante. L’uomo non…

  • I nostri soldi

    I nostri soldi

    “E’ l’unica cosa che il Governo avrebbe potuto fare: garantire le banche”. Questa frase l’ha ripetuta diverse volte l’esperto Alessandro Amati intervistato dalla conduttrice radiofonica che sto ascoltando in questo preciso momento. Naturalmente non posso entrare più di tanto nel merito, perché non credo di avere gli elementi necessari. Posso però commentare un altro fatto,…

  • L’abbondanza – Seconda parte

    L’abbondanza – Seconda parte

    Questo è il centro commerciale di cui vi sto parlando. Come già detto è enorme. Pare che sia uno dei più grandi d’Europa. Nell’era in cui si pone il problema del cibo, della sovrapopolazione e del fatto che d’un tratto stiamo scoprendo che le risorse non sono infinite, nelle vicinanze di Milano siamo orgogliosi di…

  • Lo stile che non cambia

    Lo stile che non cambia

    Mi spaventa molto una insegna fissa che pubblicizza un supermercato. Si vede della carne, della frutta, della verdura e alcuni prodotti di vario genere. Quella che si vede è l’immagine dell’abbondanza. Ma come facciamo ad avere tanta abbondanza? Da dove viene? Quando finirà? Perché aspettiamo che finisca invece di trovare un “assetto di crociera”? Insomma…

  • Annelise e Alessandro

    Annelise e Alessandro

    Annelise Alessandro Quest’estate ho conosciuto due persone. Si chiamano Annelise e Alessandro. Possiedono capacità utili ed interessanti. Insieme sono in grado di operare il restauro di un’antica opera d’arte e di creare forme utilizzando la luce. Sono due persone speciali. E’ stato uno di quegli episodi che capitano forse di frequente durante le vacanze estive,…

  • Le regole

    Le regole

    L’armonia della nostra società non sta brillando. Lo dico perché sono convinto che uno dei problemi “di sistema” del nostro pianeta sia causato dalla disarmonia della società. Viviamo spesso nell’ombra. Ci nascondiamo. Siamo a disagio quando dobbiamo condividere qualcosa. Clicca l’immagine. I nostri vicini di banco ad un esame, di tavolo al ristorante, di coda…

  • Allontanarsi

    Allontanarsi

    Penso che ci siano due modi per ascoltare la vita di oggi. Sono due modi opposti. Il primo modo è quello di stare vicino. Il secondo modo è quello di stare lontano. Quando scegli di stare vicino hai scelto di partecipare attivamente, di esprimere opinioni, di ascoltare opinioni, di essere d’accordo con questo e in…

  • I due Mondi

    I due Mondi

    I Comuni hanno il compito di amministrare e gestire le cose che sono di tutti e che si trovano intorno a noi. Queste cose sono le strade, i parchi, il decoro, la salute, tutte quelle cose che possono dirsi di tutti. Ma di tutti non vuol dire di nessuno. Di tutti vuol dire nostro. La…

  • Automobile schiavitù

    Automobile schiavitù

    Da ragazzo avevo la passione per le comunicazioni via radio. Diverse persone possedevano un CB, la Citizen’s band, con il quale si poteva trasmettere e ricevere su una banda che consentiva l’utilizzo di 40 canali. Il CB è come una chat su internet, con la differenza che invece di scriversi con la tastiera ci si…

  • La mafia è al governo

    La mafia è al governo

    Anche questa volta ce l’hanno fatta. Non è una sorpresa. Praticamente tutti gli schieramenti politici hanno tra i candidati gente disonesta. In ogni caso nel governo sarebbero riusciti ad entrare i delinquenti necessari per continuare a mantenere il controllo. Hai votato a sinistra? Al governo ci sarebbero state persone prescritte, giudicate colpevoli di uno o…

  • Da dove bisogna iniziare

    Da dove bisogna iniziare

    La vita è stanca, la nostra società è stanca. C’è bisogno di una rinascita. Cambiare non è difficile. Il cambiamento è vero solo se nasce dalla gente. Il segreto è pensare a sé, senza pensare agli altri. Così la vita assume un fascino nuovo, come se ci si trovi in un nuovo mondo su una…

  • Mangiamoci tutto

    Mangiamoci tutto

    Sulla Terra siamo davvero in tanti. Alcuni illuminati avevano già previsto negli anni 70 che ci sarebbe stato un problema di sovrappopolazione. Eppure i nostri politici continuano a raccontarci che deve riprendere la crescita demografica. Forse i nostri politici nascondono un nuovo pianeta in cantina… Pensate che già nel 1972 venne pubblicato un rapporto intitolato…